giovedì 11 ottobre 2012

Latte di soia fatto in casa

Semi di soia
Ieri è stata una giornata piena di idee e spunti sul "fai da te" in cucina! Ero così presa che mi sono informata su tantissimi prodotti e visto che in casa avevo 2 manciate di semi di soia ed era da un pò di tempo che non facevo il latte nelle mie pentole....mi ci sono rimessa!

E' semplice da realizzare, basta la buona volontà di mettersi a lavorare! Tra l'altro il risultato esteticamente è lo stesso di quello che si acquista nei supermercati....nonostante i produttori lo sbiancano e ci mettono aromi poco naturali (nonostante ci sia scritto "aroma naturale") ed anche il sapore è molto buono.

Non ho le foto di tutti i procedimenti, ma quella del risultato finale si.


Per 2 manciate di semi di soia, vi servirà:

  • 1 litro e mezzo di acqua potabile
  • 2 cucchiai di zucchero di canna o fruttosio
  • 1 stecca di vaniglia (nel caso in cui il sapore e l'odore della soia non vi piacesse)
  • 1/2 cucchiaino di sale grosso
Procedimento

In una ciotola piena per metà di acqua, lasciate in ammollo i fagioli per tutta una notte con un cucchiaino di bicarbonato. Trascorsa la notte, scolateli e sciacquateli in acqua pulita.

Preparate una pentola capiente e versate 2 litri di acqua ed i semi di soia. Aggiungete mezzo cucchiaino di sale grosso e portate a cuocere su fiamma per almeno 1 ora.

Tirate via dal fuoco, eliminate più bucce possibili che si sono staccate dai semi, col frullatore ad immersione riducete in poltiglia.

In una ciotola vuota preparate un colino con all'interno una garza oppure soltanto uno straccio pulito a trama larga (io ho utilizzato uno straccio a nido d'ape) e versatevi la poltiglia di fagioli. Lasciate che nella ciotola scorra tutto il liquido, quello è il latte di soia. Se utilizzate soltanto lo straccio, strizzatelo per bene, stando attenti a non far uscire la poltiglia da esso.

Ora la poltiglia tenetela da parte (ci tornerà utile per altre cose), nella ciotola dove vi è il latte aggiungete 2 cucchiai di zucchero, prendete la stecca di vaniglia già aperta, ed immergerla. Muovetela in cerchio per almeno 1 minuto, in modo tale che rilasci il suo aroma.
Il latte di soia che ho realizzato

Imbottigliate il latte in bottiglie di vetro. Capovolgete le bottiglie, ben chiuse, e lasciate che si raffreddino.

Il latte così ottenuto dovrebbe esser consumato entro 4-5 giorni.

Lo potete utilizzare per fare budini, torte, da bene la mattina...insomma utilizzatelo come il latte vaccino.

Non mi sono dimenticata della poltiglia rimasta! :-)

Vedi la ricetta per i biscotti di soia e cioccolato


Con questo impasto di soia si fa il tofu, io lo utilizzo, assieme ad un pò di farina integrale, olio di girasole, un pò di sale, per fare del pane o dei grissini, biscotti... ed anche come fertilizzante per le nostre piante! E' molto proteica, e con pochi fagioli di soia avete ottenuto 2-3 prodotti...economia in casa!

Attenzione:  la soia non è un legume come gli altri perché contiene grandi quantità di tossine ed anti-nutrienti naturali. Fermentata risulta utile al nostro organismo. Fate latte di riso, avena, farro, miglio, e raramente quello di soia.




Se l'esperimento è riuscito anche a te, condividi la tua esperienza scrivendomi un commento per confrontarci o semplicemente per un saluto :-)

Posted da RobyCrea

Nessun commento:

Posta un commento

I vostri commenti fanno crescere il blog :)
Sono felice di leggere i vostri commenti. Una risposta la riservo a tutti e nel caso aveste un blog, saro' felice di far una scappatina e lascrvi un commento.

Cerca nell'Ecoblog