lunedì 20 maggio 2013

Miglio...facciamo delle crocchette!

Il miglio....lo mangiate? Pare che non sia un cereale molto utilizzato, ma è eccezionale e versatile ! Lo possono mangiare i celiaci, chi soffre di intolleranze al glutine....è ricco di acido folico (importantissimo sopratutto per le donne in cinta e per i bambini) e vitamine!


La ricetta che vi propongo ha come ingrediente principale il miglio, un cereale con molte proprietà benefiche. Poco diffuso ai nostri giorni, ha qualità notevoli che lo rendono un alimento fondamentale nella nostra dieta.

Le proprietà nutritive del miglio


(Fonte Wikipedia)
Il valore dietetico è elevato, per il discreto tenore in proteine (11% in peso) (simile a quello del grano), sali minerali e fibra grezza.
È inoltre ricco di vitamine A e del gruppo B, specialmente niacinaB6 e acido folicocalcioferro, potassiomagnesio e zinco. Per il suo elevato contenuto di acido silicico[1], e non salicilico come erroneamente altrove riportato, è spesso considerato un vero e proprio prodotto di bellezza per pelle e capelli, unghie e smalto dei denti, stimolandone la crescita. Il miglio non contiene glutine, per cui la predisposizione alla panificazione è minore rispetto alle farine di orzofrumento e segale. Quando viene combinato con il grano (o la gomma arabica nel caso di prodotti per celiaci), può essere utilizzato per produrre pane lievitato. Da solo, può venire utilizzato per "schiacce" non lievitate.
Poiché nessuno dei tipi di miglio è strettamente imparentato con il grano, è un alimento indicato per i celiaci o per chi soffre di altre forme di allergie o intolleranze al glutine o al grano. Il miglio è anche un blando inibitore dellaperossidasi tiroidea, l'enzima coinvolto nella sintesi degli ormoni tiroidei (un recente studio[2] ha rilevato una stretta correlazione tra celiachia e autoimmune nei pazienti in età pediatrica) e quindi non dovrebbe venire consumato in grandi quantità da chi soffre di problemi alla tiroide.
Nella medicina tradizionale cinese viene considerato un alimento tiepido, meno riscaldante dell'avena. Il suo considerevole contenuto in lecitina e colina lo rende particolarmente adatto alle persone sedentarie, chi è dedito a lavori intellettuali e ai convalescenti, nonché alle donne in gravidanza.


Allora come utilizzare il miglio? E' ottimo da cucinare per dolci (come i muffin), ma anche per piatti salati da alternare al riso. L'unico accorgimento da prendere è quello di cuocerlo con poca acqua perché è un cereale che disperde molte sostanze nell'acqua (che diventa gelatinosa)...e si deve asciugare tutta! La cottura non è lunga, circa 15 minuti.


Crocchette di miglio e verdure
(per 4 persone)


  • una manciata di miglio a persona
  • una zucchina
  • una cipolla piccola
  • un cucchiaio di maizena
  • spezie mediterranee
  • olio spremuto a freddo q.b.
  • farina integrale q.b.(quella che desiderate)

Per la cottura del miglio: 
Innanzitutto tostate il miglio in padella, versate una quantità d'acqua che lo ricopra e lasciate bollire. Cuocetelo come un risotto, aggiungete acqua se ancora non è cotto. Dopo 15 minuti spegnete il fuoco e lasciate raffreddare. Meglio se in questo caso lasciate che non si asciughi del tutto così da impastare meglio tutti gli ingredienti.

Nel mentre cuoce il miglio, lavate e preparate le verdure. Tagliatele a pezzi piccoli e quando il miglio sarà pronto mescolate tutto assieme in una ciotola, aggiungendo la maizena ed una manciata di farina integrale. Aggiungete spezie ed un filo di olio. Mescolate con un mestolo di legno, e se la consistenza risulta densa in modo da esser lavorata con le mani, allora è pronta.
Eccovi la foto del composto pronto per esser lavorato.


In un piatto mettete farina integrale e prendendo una piccola palla di composto, formate una polpetta, la schiacciate leggermente e la infarinate.
Per la cottura leggera potete disporle su carta da forno spargere un filo d'olio e cuocerle in forno a 180° con grill.
Per cottura in padella, bagnare leggermente la padella di olio e girandole di tanto in tanto, a fuoco medio , finchè le vedete dorate.
Questo è il mio risultato...il sapore intenso è veramente magnifico!





Postato da RobyCrea

5 commenti:

  1. Mamma mia...sembrano squisite! Le voglio assolutamente provare, non ho mai mangiato il miglio ma ora lo provo!
    Buona giornata RobyCrea!
    Anny

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per averle notate :D
      E' da un po' che non le faccio ed ora mi rimettero' sicuramente a farle grazie al tuo commento.
      Un saluto e buona giornata anche a te!

      Elimina
    2. Le ho provate RobyCrea...sono squisitissime! Quando ho fatto le polpettine, le ho passate nel pangrattato al posto della farina integrale che avevo terminato.
      Anny

      Elimina
  2. Sai non l'ho MAI usato? Devo scoprire come si chiama in tedesco...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Silvia, in tedesco qui in Svizzera si chiama Hirse.
      Il miglio rinforza i capelli, li rende lucidi, rinforza le unghie e' ricco di sostanze nutrivite, ma e' meglio mangiarlo massimo 2 volte a settimana.
      Roby

      Elimina

I vostri commenti fanno crescere il blog :)
Sono felice di leggere i vostri commenti. Una risposta la riservo a tutti e nel caso aveste un blog, saro' felice di far una scappatina e lascrvi un commento.

Cerca nell'Ecoblog