venerdì 24 gennaio 2014

Todmorden: la citta commestibile! Un esempio da seguire.

Fonte foto: thehappinessexperiment.co.uk
Questa mattina ho letto sulla pagina di un nuovo amico in Google+ la notizia riguardante Todmorden, cittadina anglosassone che da 3 anni utilizza ogni cm di terra disponibile per piantare ortaggi e frutta...a disposizione di tutti i cittadini!



La notizia mi ha "illuminata" è stata come una rivelazione!

Fonte foto www.growtheplanet.com
Seguendo l'esempio di questa cittadina, potremmo risolvere svariati problemi sociali, ecologici ed economici, vediamoli uno di seguito all'altro:

Fonte foto: ourlocality.org
  • eliminando la proprietà privata sui prodotti della terra: tutti possono infatti prendere ciò di cui abbisognano e mettono a disposizione degli altri i propri frutti. 
  • Dunque basta con le importazioni, 
  • basta con verdura e frutta fuori stagione, i vecchi metodi agricoli tradizionali sembrano essere davvero la soluzione per il futuro.
  • La spesa di frutta, erbe, verdura, legumi e cereali diventa gratis. Ognuno può prendere i prodotti coltivati quando ne ha bisogno e dovunque.
  • Tutti partecipano nel coltivare, raccogliere, creare insegne che spiegano cosa e come coltivare, insegnare i metodi o ai bambini,
  • Istruzione e partecipazione dei bambini alle attività coltivative.
  • Aumento delle vendite e della qualità nella produzione di prodotti tipici locali,
  • Bambini ed adulti sono a stretto contatto con la natura, ricevendo grandi benefici sulla salute sia per quello che mangiano che sicuramente è sano, sia per consapevolezza di ciò che mangiano, avendolo coltivato ed avendolo colto con le loro mani e non preso da un supermercato su un banco frigo.
  • A Todmorden gli atti vandalici sono diminuiti.
Se avete in mente qualche altro fattore positivo e costruttivo, scrivetemelo!

Foto fonte: www.transitionnetwork.org

Tutto è nato da un'iniziativa di due donne : Maria Chiara e Pam Warhurst consapevoli della crisi alimentare in atto , hanno realizzato l'idea partendo dai balconi di casa, e coinvolgendo tutta la popolazione, ora coltivano ovunque, anche nel cimitero o nelle aiuole della stazione di polizia.
E ciò che la comunità di Todmorden ha creato, è uscito fuori dai confini, si è diffuso, oltre che in altre zone d’Inghilterra, in Francia, in Germania, in Spagna, in Canada e addirittura a Cuba e Hong Kong! Ora la cittadina è nota come

"Todmorden incredible edible – Todmorden incredibilmente commestibile"

Di seguito il video della cittadina modello. Un presente vero e fattibile in ogni realtà!



 Postato da RobyCrea

Parte dell'articolo: design.fanpage.it

4 commenti:

  1. Che idea magnifica, magari fosse possibile riprodurla ovunque. Nel mio cortile con alcuni vicini avevamo deciso di piantare una vite, ma altri l'hanno fatta togliere perché faceva disordine :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Disordine...basta starci dietro e tutti ne traggono vantaggio! La chiusura mentale e la non logica di alcune persone mi indispettisce. Io credo si possa reallizzare ovunque Pe...ovunque vi siano delle persone che ragionano! Mi spiace che voi ci abbiate provato e non abbiate avuto risultati positivi...dovremmo coinvolgere i comuni.

      Elimina
    2. Sì, l'idea di coinvolgere i comuni può funzionare. In Italia ci sono gli orti comunali, ma non sono proprio la stessa cosa e poi rimangono sempre qualcosa di "privato". Ho ripreso l'articolo nella mia pagina facebook. Per quello che si può, almeno cerchiamo di diffonfdere l'idea.

      Elimina
    3. Salve Dott.Massimo Morelli!
      Gia' lei, la persona da cui sono venuta a conoscenza di questa cittadina, io ed altri comuni internazionali che hanno trovato l'idea una soluzione VERA alla crisi attuale, stiamo diffondendo questa scelta che penso sia il futuro.
      Gli orti comunali ci sono anche qui, ma sono un qualcosa che tende ad escludere le persone (il numero chiuso, chi non sa nulla di metter le mani nella terra...) anche se sono comunque una buona idea ed una libera scelta.
      A me piace proprio l'idea di avere un paese in cui ogni angolo verde ospita erbe aromatiche, pomodori, asparagi! Qui in alcune aiuole sulla strada si vede la lavanda, piante aromatiche, ma ovviamente non puoi prendere come se fossero tue, chi le ha fatte crescere e le ha piantate si indispettirebbe...anche se sono del comune, io mi sentirei a disagio nel passare e raccogliere, mentre l'idea che tutti possono curarle, piantarle, coglierle, insomma non c'e' una vera proprieta'.
      Grazie per il suo passaggio e sopratutto per aver condiviso la notizia.
      Speriamo sempre che le cose cambino in meglio!

      Elimina

I vostri commenti fanno crescere il blog :)
Sono felice di leggere i vostri commenti. Una risposta la riservo a tutti e nel caso aveste un blog, saro' felice di far una scappatina e lascrvi un commento.

Cerca nell'Ecoblog