sabato 18 febbraio 2017

Alimentazione consapevole - diete e dintorni



Ho provato dapprima con il conteggio delle calorie che assumevo ogni giorno, poi a mangiare le barrette che sostituiscono un pasto intero,  una dieta di 1200calorie al giorno consigliatami dal medico generale, poi con l'indice glicemico dei cibi.

Fin qui bene o male sono riuscita a perdere 20 kg, aiutata sopratutto da 2 ore al giorno di ginnastica.
Poi e' cominciato il periodo critico, in cui la mente ha "protestato" e si e' arrestata la progressione del dimagrimento.
Mi sono rivolta ad una nutrizionista per un anno intero ottenendo grandi risultati nei primi 3 mesi (il resto dei mesi un flop).
E' nato il mio primo figlio e sono passata all'integrale, cereali e molta verdura, poi mi sono avvicinata al vegetarianismo ed ho sentito parlare dei veganismo.
Per finire sono venuta a conoscenza della Combinazione Alimentare.

Mi sono documentata, ho provato tutte le vie sempre seguendo pareri di esperti, mettendomi con impegno a "Eseguire" le regole...ma non funziona cosi'.

Insomma, ho sperimentato, ho controllato e tenuto da conto tutti gli effetti sul mio corpo e sulla mia psiche.

Posso riassumere in un unico concetto che: 


" Non c'e' una dieta o stile alimentare adatto a tutti. Ognuno ha il proprio corpo e la propria testa e per questo e' necessario provare tutto per arrivare a capire quale sia la via migliore per se stessi ".

Non c'e' nessuno che possa dirti cosa sia meglio per te, ma per arrivare a capire cosa fare in autonomia, devi prima apprendere, documentandoti sulle "regole" generali per seguire un alimentazione sana e sopratutto consapevole, equilibrata e che rispetti le tua salute, tue idee, abitudini e indole.

Cosa vuol dire?


Ebbene non puoi poltronare...l'attivita' fisica e' necessaria.
Fai quella che piu' ti diverte e ti si addice anche in base al tuo stile di vita (io per esempio cammino moltissimo, almeno un ora al giorno per cinque giorni la settimana . Porto mio figlio a scuola e mi piace molto perche' "stacco" , esco fuori all'aria aperta, coinvolgendo anche i bimbi che ne traggono giovamento scoprendo la natura).


Mangia quel che ti piace ma seguendo due regole fondamentali.

- Prima di tutto documentati sulle combinazioni alimentari. A volte si mangiano alimenti che nello stesso pasto creano gonfiori, aumentano le calorie del pasto, quando arrivano allo stomaco al posto di essere assorbiti, vengono direttamente eliminati avendo molti effetti negativi sul corpo, aumenta la stanchezza, la sensazione di fame, il gonfiore, la pressione si abbassa...
Per fare un esempio: i carboidrati non vanno mangiati con le proteine (carni, uova, formaggi), la frutta lontano dai pasti o 30 minuti prima dei pasti, il pomodoro che e' acido mangiato assieme agli altri alimenti (grazie a Simona per avermelo detto ) , ecc...
Se non puoi farne a meno, evita di mangiarli sempre e sentirai la differenza.

- Secondo alterna e mangia con moderazione. Per esempio, se ti piace la cioccolata (in generale i dolci) sai che se ne mangi troppa fa male. Mangiane poca una volta al giorno, salta dei giorni, mai esagerare! Non farti mai mancare frutta e verdura.


Preferisci cibi di cui conosci la provenienza e controlla le etichette

Piu' e' "pulita" e cioe' presenta cibo vero, non surrogato pieno sostanze chimiche, piu' e' facile mangiare qualcosa di sano e che ti faccia bene.



Le verdure non cuocetele due volte
Se sono cotte una volta e vi rimangono, non vanno scaldate una seconda volta.
Analisi chimiche hanno dimostrato come alcune verdure cotte e riscaldate ad alte temperature diventino addirittura tossiche . Mangiatele fredde o tiepide.




Preferite farinacei (pasta , pane, ecc..) integrali 

Esistono molti cereali da mangiare...perchè fermarsi al grano?
Nel mio primo post di questo blog parlo della farina e dell'impasto che faccio per la pizza...ma molto ho cambiato rispetto a 5 anni fa! Non utilizzo più il lievito di birra con la farina integrale, per esempio.
Risulta tossico il pane integrale impastato con lievito di birra , per questo motivo se il pane e' integrale dev'essere impastato con la pasta madre.
Il lievito di birra può andare bene per gli impasti con farine bianche.
Attualmente i miei impasti (che siano con farine integrali, bianche o di altri cereali ) hanno questi ingredienti: farina, lievito madre semi liquido con polvere di baobab, sale integrale grosso, acqua , con aggiunte differenti tipo erbe, olio extravergine di oliva, semi, ecc..
Vi segnalo che su Facebook ho aperto da pochissimo un gruppo che dal nome dice tutto IMPASTARE IN TICINO .

Mangiare frutta e verdura di stagione significa mangiare alimenti ricchi di sostanze nutritive e vi apporteranno piu' energia. Se li mangiate fuori stagione ne hanno di meno.
Seguite il sito www.miglioriamoci.net , sito da cui ho imparato molto e anche www.cibidaevitare.net . E' gestito da Amos, un ragazzo colto, che ha studiato e che in prima persona segue uno stile di vita sano .



Cucinare in pentole sane
Le pentole per me piu' sicure sono sen'altro quelle in acciaio inox con base a tre strati.
Antiaderenti, alluminio, ceramica, rame, titanio...ce ne sono molte su cui documentarsi, chi e' interessato ad avere tutte le informazioni su ogni tipo di pentola e' presente questo sito ADOC (associazione difesa orientamento consumatori) che ha rivelato i pro e i contro di ogni tipo di padella in commercio.

Dopo le 18:00 niente carboidrati
Non e' una notizia che ho inventato io, e' un consiglio che ho ricevuto da una nutrizionista incontrata in erboristeria qualche anno fa.
Non ha fatto distinzioni di persone, mi ha spiegato che dopo le ore 18:00 il metabolismo rallenta e per questo motivo i carboidrati non vengono bruciati velocemente come nell'arco della giornata.
Questo e' uno dei consigli che seguo senza mai rimandare, perche' ho notato che dormo meglio, la notte non mi sveglio con la gola secca e la lingua "irritata", e la mattina la bilancia mi dice che ho fatto bene.





Non vale la pena seguire coach improvvisati che si stanno diffondendo a macchia d'olio sui social. Non le demonizzo, sono belle ragazze e si vede che mangiano in modo sano e adatto al loro corpo e alla loro mente...ma il tuo corpo, il tuo stile di vita e la tua mente ...non sono uguali a loro e sopratutto non sono medici, non hanno studi nutrizionistici .

Per concludere: ti ho scritto la mia personale esperienza, quella che mi ha portata fin qua, ad avere una maggiore consapevolezza del cibo di cui mi nutro.
Chiedi sempre un parere esperto, fai i test delle intolleranze e segui quello che ti dice il tuo corpo.

Non sono snella,  non seguo sempre le regole che ho scritto perche' ci si mette di mezzo la testa che ogni tanto fa quel che vuole lei, esagerando in alcuni alimenti di cui vado matta (gnocchi , focacce, pizze, cracker...la mia maledizione!) ma quando voglio , posso e non demordo.
Quando seguo TUTTO quello che sopra ho scritto, rispettando le mie preferenze, le mie intolleranze e il mio stile di vita , sono piena di energia, perdo peso, sparisce il nervoso, la passivita'.
La motivazione e la consapevolezza che il cibo e' nutrimento per la mente e per il corpo sono la guida migliore per poter arrivare a star bene.


7 commenti:

  1. Cara Roberta, un caloroso saluto, e poi!!!
    Ciao e buon fine settimana cara amica, con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Tomaso!
      Un abbraccio e buon fine settimana pieno di energia a te.
      Robu

      Elimina
  2. Condivido tutto Roberta! Buon fine settimana e facciamoci forza per seguire il giusto regime alimemtare...a volte è difficile soprattutto se non si amano per nulla gli alimenti giusti.... A presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io col tempo ho amato carciofi, pomodori, spinaci...che prima detestavo perché il corpo e la mente non li accettavano ;)
      Mangiamo quel che fa bene e ci piace.
      Un abbraccio e buon fine settimana Sabrina!

      Elimina
  3. Grazie per tutti i consigli e le informazioni, sempre utili per regolare il proprio stile di vita, almeno in parte.
    Io in due estati ho perso 16 Kg... lavorando... e il bello è che non li riprendo in inverno. Da qui, si conferma che bisogna unire attività fisica, che faccia possibilmente sudare, e mangiare poco ma spesso, sebbene nel mio caso di tutto, fritti compresi.
    Buon inizio di settimana. =)
    Dani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Dani, invece per me e' differente.
      Se mangiassi spesso e poco sarei un pallone, mentre col tempo ho imparato che se a mezzogiorno mangio abbondantemente compresa la merenda mi sento appagata e la sera mangio poco. In questo modo mi sento bene.
      Buona settimana anche a te!
      A presto

      Elimina
  4. Hai elencato tanti ottimi suggerimenti! Prima di tutto, bisogna abituarsi proprio ad avere uno stile di vita sano a 360 gradi...il resto poi viene di conseguenza!

    RispondiElimina

I vostri commenti fanno crescere il blog :)
Sono felice di leggere i vostri commenti. Una risposta la riservo a tutti e nel caso aveste un blog, saro' felice di far una scappatina e lascrvi un commento.

Cerca nell'Ecoblog