venerdì 28 giugno 2013

Cura della pelle...con detergenti naturali

Ci avete mai pensato a lavarvi il viso con l'amido del riso?

Cuocendo il riso per fare le insalate fredde che d'estate si cucinano molto spesso, mi è sorta una domanda " Perché buttare dallo scarico de lavandino l'acqua di cottura del riso o di altri cereali? ".





La logica ha risposto: se per il bagnetto dei neonati si utilizza l'amido di riso in scaglie....allora perché non utilizzare direttamente l'acqua di cottura del riso, del farro, dell'avena...insomma di tutti i cereali?

Ognuno di loro rilascia sostanze nutritive nell'acqua...è uno spreco buttarle nello scarico del lavandino.
Dopo la cottura, inserisco l'acqua rimasta in barattoli di vetro ben puliti. La mattina e la sera utilizzo almeno un cucchiaio di questa per lavarmi il viso, spalmando sulla cute, risciacquando con acqua e deterge perfettamente!

Anche le farine, come quella di ceci, sono molto utili per la pulizia personale, ad esempio per lavare i capelli.

Da miglioriamoci.net  eccovi parte dell'articolo interessante riguardo la pulizia della pelle:

"Ogni giorno ci mettiamo addosso prodotti nocivi attraverso creme, shampoo, bagnoschiuma, sapone, trucchi etc. il primo passo è rendersene conto, il secondo è quello di sostituire quei prodotti con altri meno nocivi. Per eseguire il secondo passo ci sono due vie: comprare i migliori prodotti erboristici, ( ponendo sempre attenzione alla lista degli ingredienti, spesso anche in erboristeria si trovano prodotti pessimi…), oppure iniziare ad autoprodurseli, cosa che può sembrare difficoltosa ma che in realtà è piuttosto semplice e spesso si ottengono risultati anche migliori rispetto all’uso di cosmetici già pronti.
Ecco alcuni esempi di autoproduzione:
Shampoo con la farina di ceci: semplicemente utilizziamo un cucchiaio di farina di ceci in un bicchiere, aggiungiamo acqua e mescoliamo fino a creare una cremina, utilizziamo poi questa cremina come utilizzeremmo lo shampoo ( iniziare a lavarsi i capelli in questo modo può portare degli ottimi benefici ai nostri capelli, ma questi non sono istantanei, i primi tempi potrebbero anche apparire peggiori…)
Farina di avena per detergere il viso: Un cucchiaino di farina sul palmo della mano impastata con un pochino di acqua tiepida, spalmare delicatamente sul viso umido facendo un piccolo massaggio e poi sciacquare con acqua fresca ( in caso di allergia all’avena evitare!)"
Buona detersione ecologica e salutare!
Postato da RobyCrea

4 commenti:

  1. Aggiungo che l'acqua di cottura con sale può essere usata per la pulizia del viso, ma senza sale può servire anche per innaffiare le piante.
    Complimenti per il blog molto bello.
    Tania

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Tania!
      Infatti avrei voluto aggiungere che l'acqua di cottura anche della pasta bianca, può esser messa dentro bottiglie di plastica (sempre facendola raffreddare) ed esser utilizzata per le piante! Un modo ecologico per risparmiare e per ottimizzare :-)

      Elimina
  2. Wow! Grazie per suggerimenti interessanti voi! Non avevo idea di un tale utilizzo di riso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per aver accettato il mio suggerimento :-)

      Elimina

I vostri commenti fanno crescere il blog :)
Sono felice di leggere i vostri commenti. Una risposta la riservo a tutti e nel caso aveste un blog, saro' felice di far una scappatina e lascrvi un commento.

Cerca nell'Ecoblog