Passa ai contenuti principali

La pasta si mangia al dente

 


Perchè la pasta si mangia al dente


Pasta Uno.61

ed il riuso di scampoli




Ero un'appassionata di pasta scotta ...lo so, è da annoverare tra i cibi deleteri, ma da ragazza mangiavo schifezze per poi dover ribaltare la mia alimentazione dai 19 anni in poi...poco per volta ho cambiato le mie abitudini: la prima cosa che ho fatto è stata ridimensionare le porzioni, eliminare quasi del tutto il latte che quotidianamente mangiavo e quando sono diventata mamma a 26 anni ho introdotto farinacei integrali, il biologico e arricchito i miei piatti delle colorate verdure, riscoprendo la zucca (che non mi è mai piaciuta per il suo sapore dolciarstro), preferendo la varietà violina.

Da quel momento in poi, nel lontano 2012 ho cominciato a scrivere su questo BLOG delle mie scoperte alimentari, degli studi che facevo per il mio benessere e le mie scoperte sono diventate le vostre.
Il mio rapporto con i farinacei è di amore, perchè mi piace impastarli e mi piace mangiarli (sopratutto i prodotti salati) e di odio perchè mi gonfiavano...fino a quando li ho imparati a conoscere.

Leggi anche uno dei miei primi post blog >> attenzione ai prodotti con farine integrali




Perchè la pasta scotta non è salutare?


Sul sito Fondazione Veronesi, troviamo la spiegazione del motivo per cui la pasta cotta al dente è molto più salutare della pasta scotta : "Con la cottura al dente l’amido non è completamente gelatinizzato e quindi non può essere digerito totalmente dagli enzimi. La digestione diventa più lenta, così come l’assorbimento del glucosio che compone l’amido: il risultato è un indice glicemico inferiore. Tutto questo allunga anche la sensazione di sazietà, diminuendo la voglia di snack o di altro cibo: meno calorie introdotte, meno rischi di sovrappeso."

Inoltre spiega come :" La pasta al dente invita a essere masticata più a lungo e il lavoro della masticazione fa uscire dalle ghiandole salivari succhi contenenti l'enzima ptialina che agiscono sulle catene complesse dell'amido, riducendole a strutture meno complesse e facilitando il successivo completamento della digestione."

Ricca di zuccheri, povera di nutrienti, la pasta scotta non è un cibo salutare, anche per questo motivo la scelta della pasta da introdurre nella propria alimentazione risulta essenziale per un buon piatto nutriente

Sono convinta che tutti i prodotti con una derivazione naturale, necessitino del loro tempo per essere apprezzate completamente, così è anche la pasta: una lenta essiccazione, che rispetta i tempi naturali, permette di avere un prodotto finale molto più prestante sotto il punto di vista della cottura e favorevole alla salute dell'essere umano.



Pasta di grano duro più salutare



La pasta di cui sono venuta a conoscenza e che ho potuto provare di persona, è davvero molto particolare, si chiama UNO.61, realizzata con semola di grano duro italiano selezionata dal maestro pastaio Raimondo Mendolia tra le migliori varietà disponibili, inoltre ha una confezione unica, disegnata dallo stilista Angelo Inglese, realizzata con scampoli di sartoria cucita a mano.


Caratteristiche della pasta UNO.61


Le peculiarità che un'ottima pasta deve avere sono : alta salubrità, prestazioni eccellenti in cottura, lunga essiccazione e digeribilità. Guardiamo assieme le caratteristiche di questa pasta .



La pasta della salute




LA PASTA DELLA SALUTE


UNO.61  fornisce ogni 100 gr. circa il 70% sotto forma di carboidrati complessi, una quota proteica ad alto valore biologico pari al 13-14,5% , pochissimi grassi e un indice glicemico basso (ID40) .
Come abbiamo letto sul sito della Fondazione Veronesi, un basso indice glicemico aiuta una digestione più lenta e sana, aumentando il senso di sazietà.

Perchè ha questa peculiarità?


E' una pasta trafilata con una speciale e unica trafila placcata d'oro che aumenta la porosità e mantiene al meglio la cottura rimanendo al dente.
Il lentissimo processo di essiccazione (UNO.61 essicca a 36/38 gradi a cicli con pause per reintegro umidità e tempo di 48 ore), risulta fondamentale per preservare al meglio quantità e qualità di proteine ed aminoacidi, questa pasta risulta essere una preziosa fonte di glucosio: il carburante fondamentale per cervello e muscoli. 
Per sentirsi sazi con questa pasta, una porzione non ha bisogno di essere abbondante.




Caratteristiche della pasta in commercio




DESIGN DEL PACKAGING SOSTENIBILE


Sottolineo subito la cura con cui viene realizzata la confezione esterna in tessuto, cucita a mano con scampoli di tessuto, un progetto unico e speciale ma soprattutto completamente italiano. La confezione interna che protegge la pasta è sempre in un sacchetto di plastica trasparente che eventualmente, se aperto con cura, può essere riutilizzato per contenere biscotti fatti in casa o altri alimenti.

Recupero e sostenibilità incontrano il mondo della pasta, creando così un'idea di regalo speciale, è possibile personalizzare la confezione di tessuto con ricami rigorosamente fatti a mano! Un dono unico che si presta come regalo natalizio in aggiunta a prodotti alimentari made in Italy.




Bottoni in corozo naturale




Non vi basta la confezione in tessuto recuperato? 


I bottoni con cui viene completata la confezione, sono in puro corozonaturali ed ecologici al 100%, vengono realizzati da rondelle ricavate da una noce essiccata di palma. Per la sua somiglianza nel colore e nella consistenza all’avorio, il corozo viene anche chiamato avorio vegetale o Tagua


Guarda tutti i dettagli e dove trovarla sul sito UNO.61




Scampoli di tessuto recuperato per la confezione








Commenti

  1. La pasta nelle immagini è la mia preferita. Cotta rigorosamente al dente.

    RispondiElimina
  2. Adoro questa pasta che è deliziosa se cotta in una salsa fatta in casa e accetterò volentieri qualsiasi salsa fatta in casa. Grazie per il post Roberta. Un abbraccio dalla Spagna

    RispondiElimina
  3. Thanks for your informative sharing, greetings from Turkiye

    RispondiElimina
  4. Pasta al dente, sempre, grazie per la segnalazione davvero interessante.
    sinforosa

    RispondiElimina
  5. Sinceramente io la comprerei per i sacchetti. Li potrei riusare per altri scopi. Io mangio la pasta integrale bio, quella vera 😉. Cmq ci devo pensare per fare un regalino per Natale. Mia figlia si mangia la pasta ed io riuso i sacchetti. Sono un genio! 🤣 Grazie per l'idea. 👋👋❤️❤️

    RispondiElimina
  6. Ops dimenticavo. Ho preso qualche link delle tue ricette. Le voglio provare... Grazieee

    RispondiElimina
  7. Pasta sempre al dente, più digeribile e gustosa!

    RispondiElimina

Posta un commento

I vostri commenti fanno crescere il blog 🌱
Grazie ad una visitatrice che mi ha segnalato le sue lamentele, trovate di seguito le semplici ma importanti regole per commentare ✔️
Ringrazio tutti coloro che passano per un semplice commento di poche parole e quelli che lasciano un commento costruttivo per gli ecoseguaci che leggono o raccontano la propria esperienza 👍
Non posso rispondere a tutti i commenti entro breve tempo (la mia risposta può arrivare anche dopo 2 settimane ), mentre ai commenti che reputo importanti per un dialogo costruttivo per tutti, cerco di rispondere nel più breve tempo possibile.
Vi sono piattaforme più consone al "botta e risposta" e sono i social network, mi trovate quotidianamente su Instagram e Facebook.
Mi riservo il diritto di ELIMINARE ❌️ commenti SPAM e OFFENSIVI , mentre sono ben accetti 🙏 commenti COSTRUTTIVI ed EDUCATI.
✔️ Se avete un blog, sarò felice di ricambiare passando nel vostro mondo 🌿 questo significa che è il mio modo di ringraziarvi quando commentate con parole educate.
Roberta LaTEI
Info sulla Privacy

I PIù CERCATI DEL MOMENTO

Come usare il seme di avocado

Non buttare il seme di avocado ! È un concentrato di salute. Due anni fa una mia amica Sudamericana mi parlò di come venisse utilizzato il seme di avocado nel suo paese e di come faccia degli impacchi ai capelli che li rendono sani e forti.

Sapone fatto in casa - la ricetta schiumosa

Sapone cremoso, schiumoso e vegetale con 5 ingredienti , la base perfetta per tanti saponi solidi!

Come utilizzare il siero del latte

Alleato della pelle e dello stomaco, protegge e nutre Il siero del latte e' un prodotto caseario, è la parte liquida del latte che si separa dalla cagliata durante la caseificazione. E' utilizzato per produrre la ricotta, come additivo in altri prodotti alimentari e di pasticceria e come cibo per animali. Contiene lattosio, proteine, sali minerali e tracce di lipidi.

Sciroppo naturale contro tosse e raffreddore

Zenzero, limone e miele Tre ingredienti per affrontare l'inverno e mantenere alte le difese immunitarie

Sapone alla glicerina - facile da usare per tutti

  A cosa serve, dove acquistarlo e come utilizzarlo.