Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

lunedì 16 aprile 2018

Fare la spesa ecologica

Comprare dai contadini frutta e verdura

C'è un modo di fare la spesa che risulta più ecologico, anti spreco, fatto di prodotti più freschi e di qualità.



Offerte allettanti, piatti pronti in 5 minuti, insalate già pulite e pronte da mangiare, confezioni monouso, praticità che cela un disastro ecologico e salutare.
La spesa ecologica è la scelta migliore rispetto all'andare al supermercato, comprare sacchetti, piatti pronti, pacchi di biscotti e crackers.

Di seguito elenco alcuni modi per evitare di acquistare maggior numero di rifiuti (plastica, cartone, ect...) , uno stile di vita che non solo sta tornando in voga perchè la vita slow è tremendamente ricercata per il benessere che porta alla persona e ai suoi ritmi naturali, ma anche forzata dovendo noi modificare il nostro stile di vita ancora troppo fatto di usa e getta che inquina l'ambiente.

Mercato, acquisto ecologico



Il mercato / fruttivendolo / contadino



C'è chi dice che comprare al mercato settimanale costa di più che acquistare nei supermercati, in effetti in alcuni mercati di paese è così, ma non per tutti i tipi di prodotti che si acquistano.
Per esempio possiamo trovare il contadino con la sua bancarella o il produttore di formaggio locale che vendono agli stessi prezzi della grande distribuzione ( lo stesso prodotto o simile venduto in mezzo ad altri) , solo che nei grandi negozi in mezzo a moltissimi alimenti simili si nota la differenza di prezzo che è data da moltissimi fattori (luogo di provenienza, qualità della materia prima, modalità di coltivazione, freschezza del prodotto...) .
Il produttore locale , se ama il suo mestiere, venderà un prodotto sicuramente più buono, e lo noterai dal sapore .
E' possibile anche trovare contadini che vendono frutta, verdura, conserve, direttamente nella proprietà di produzione.


Leggi anche 👉Da crisi ad autoproduzione

Inoltre Leggi 👉Cosa vuol dire riciclare



Sporta per frutta e verdura
Fonte foto pinterest


Sporte della spesa

Sono veramente contenta di vedere persone di una certa età  e giovani, utilizzare sporte della spesa "alternative", sopratutto ho visto quelle in tessuto, oppure quelle riutilizzabili che sono la migliore soluzione per una spesa ecologica, ancora meglio se sono ottenute da tessuto riutilizzato come per esempio quelle fatte con il riciclo delle magliette.
Nei supermercati possono essere utilizzate per mettere gli alimenti confezionati (e speriamo che in tutto il mondo si segue l'esempio della Svizzera, più precisamente la Migros, che vende sacchetti di tessuto a rete riutilizzabili per frutta e verdura), mentre dal fruttivendolo, al mercato e dal contadino posso essere utilizzate tranquillamente ogni volta che si acquista frutta e verdura.


Ricariche, prodotti alla spina e negozi di "sfusi"

Detersivi per bucato e detergenti per la persona, possono essere acquistati in grandi confezioni per poter avere più prodotto e meno plastica o cartone con la possibilità di spendere meno.
Inoltre sono sorti dei negozi in cui è possibile acquistare questi prodotti per la casa alla spina, riutilizzando il contenitore più volte.
Mentre piccoli flaconi , piccoli contenitori dei cosmetici sono facilmente riciclabili, o riutilizzabili per creare nuovi oggetti utili in casa.
Inoltre ho potuto vedere negli scorsi giorni che molte persone si stanno impegnando per poter ridurre la plastica nel mondo e per questo hanno realizzato macchinari che riciclano la plastica creando filamenti utilizzabili per creare oggetti nuovi.


Leggi anche 👉 Chi fuma inquina più di una macchina in corsa

Leggi anche 👉Prima riprendi il contatto con la Madre Terra



Riciclo barattoli di vetro in cucina


Contenitori in vetro


I barattoli di vetro rimangono i più ecologici e pratici per poter conservare prodotti per la casa e alimenti.
Quando si acquista nei negozi vi sono le alternative alle lattine e queste sono le confezioni in vetro (per le passate di pomodoro, per gli inscatolati, ect...) .
Gli alimenti sono più salutari se si trovano nei barattoli di vetro, inoltre è un contenitore riutilizzabile a casa per mille usi non solo in cucina.


Acquisto prodotti artigianali, cestini in paglia


Artigiani

Nelle sagre , nei mercatini settimanali o organizzati per le feste di tutto l'anno, è possibile acquistare oggetti di vari materiali e il mercato locale ringrazia.
Non solo si evita di acquistare un prodotto che arriva da paesi molto lontani dal nostro, ma si riduce l'inquinamento perché il prodotto artigianale che si acquista è realizzato, molto spesso, con materiale del luogo.
Ci si trova ad aver acquistato un prodotto che è costituito da materiale meno tossico ( spesso per niente tossico) e durevole nel tempo come per oggetti in legno, vimini, tessuto , saponi fatti a mano.


Conversa di cetrioli

Autoproduzione e orto


Se si ha la possibilità di avere un pezzo di terra, oppure un orto in affitto la miglior scelta è realizzare un orto che è vero che necessita di dedizione e cura, ma regala molte soddisfazioni ed è un'attività da condividere con altre persone, con i figli, con i vicini , condividendo fatica e risultati.
Con gli ortaggi che raccoglieremo possiamo mangiare prodotti freschissimi e creare conserve fatte in casa da utilizzare nei mesi invernali.

Le foto di questo post sono state scaricate dal sito Pixabay e sono libere da licenza 



Inoltre leggi 👉8 buoni motivi per seminare i fiori di campo

Leggi questo 👉 Consigli pratici per diminuire l'impatto ambientale



Vediamo assieme al gruppo The Creative Factory altri progetti dedicati a questa bellissima giornata così importante per tutti noi?

#handmade



9 commenti:

  1. Ottimi suggerimenti attenti all'ecologia. Grazie.
    A presto
    Licia

    RispondiElimina
  2. Cara Tea, credo che sia molto sano poter prendere le cose biologiche, è quello che noi proviamo.
    Ciao e buona serata con un forte abbraccio.
    Tomaso

    RispondiElimina
  3. Ottimi consigli, poi oltretutto fanno bene anche alla salute questi prodotti che tu citi, quindi ancora meglio! :-)

    RispondiElimina
  4. Grazie di questi bellissimi consigli.. io li sto già mettendo in pratica con il mio post che propone proprio il riciclo delle magliette per fare le shopper.

    Un abbraccio
    Flavia

    RispondiElimina
  5. ti dirò, anche se la frutta e la verdura che compro al mercato apparentemente costa di più alla fine ho riscontrato che non ho sprechi e non si rovina subito.
    Inoltre (cosa che io non so fare) l'omino al banco mi dice se un melone va consumato il giorno stesso oppure se devo aspettarne un paio.

    peccato che con le corse scuola, ufficio, commissioni assortite non riesca ad andarci tutte le settimane -_-.

    RispondiElimina
  6. Ottimi consigli per dare un aiuto a salvare la nostra Terra!

    RispondiElimina
  7. Eh........... Quanta saggezza!!!!
    Il tempo è il tiranno più grande di ogni tempo e la svogliatezza, per alcuni, è la scusa per non fare!!!!
    Onestamente non posso dire che al supermercato non ci vado però sto attenta e valuto gli acquisti.
    Sono sempre di fretta ma per quanto mi è possibile faccio tante cose in casa e ultimamente ho provato i saponi......... ^__________^
    Comunque delle dritte davvero utili!!!
    Kissssssssssssssssssssssssss

    RispondiElimina
  8. Muito bom seu post !!
    estamos tão longe e os problemas são os mesmos.
    o supermercado vende mais barato , mas vende tanta porcaria junto que só faz arrepender.
    é preciso um pouco mais de trabalho , porém a qualidade de vida melhora e o planeta agradece !!
    grande abraço.
    :o)

    RispondiElimina
  9. Articolo interessante, sono andata giusto ieri al negozio di articoli sfusi, è stata la mia prima volta e sicuramente non sarà l'ultima. Ho pubblicato anche io un articolo su come sto provando a ridurre l'uso di plastica nella mia vita quotidiana. se vi va di passare!
    Alice

    RispondiElimina

I vostri commenti fanno crescere il blog _/\_
Se avete un blog, saro' felice di ricambiare passando nel vostro mondo.
Roby
Info sulla Privacy