Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

martedì 3 aprile 2018

Fiori commestibili : le violette





 Tisana con violette e bucce degli agrumi: depurativa e profumata


Tutte le stagioni sono buone per potersi depurare, infatti ne beneficia il nostro sistema immunitario, il nostro intestino, la nostra pelle, la nostra energia.
La primavera ci regala profumi e colori che durante l'inverno si riposavano, uno dei fiori che prima escono fuori dal prato che comincia nuovamente ad avere un verde intenso , sono le violette.

Sono fiori commestibili che decorano meravigliosamente torte e dolci in generale (grazie al fatto che si possono cristallizzare ed adagiare sui dolci) , insalate appetitose grazie al contrasto di colori ed infusi o tisane depurative.

Ho scelto di scrivervi la ricetta della tisana con violette perchè mi ha colpito il leggero aroma di violetta mentre bevevo (e mangiavo).



Come fare la tisana di violette e bucce degli agrumi



Raccogliete violette in luoghi poco trafficati, lontano da strade e smog, solo il fiore senza il gambo.
Una volta a casa le potete utilizzare fresche oppure secche, ne basterà un cucchiaino per tazza.

Preparate due fette di arance, le bucce non trattate di un mandarino, una fetta di limone per una teiera.
Mentre se avete le bucce degli agrumi secche e riposte in dispensa da questo inverno, vanno benissimo per fare questo infuso , come ho fatto io (negli scorsi mesi ho lasciato seccare bucce di arance e mandarini , le ho ridotte in piccoli pezzi e riposte in un barattolo pulito, mentre il limone c'è sempre fresco e bio), ne basteranno due cucchiai in infusione per una teiera.




Lasciate in infusione in acqua calda per 10 minuti.

Filtrate ed aggiungete le violette che riposeranno per altri 10 minuti.

Le potete mangiare , oppure tirare via e gustarvi il vostro momento di relax con questa tisana fatta in casa buonissima, leggermente disintossicante, depurativa e aromatica .

E' equilibrata nei sapori, non necessita di dolcificazione, ma se preferite dolcificare mettete un cucchiaino di zucchero integrale di barbabietola, miele, oppure malto d'orzo, sciroppo d'acero.

* Se avete colto troppi fiori, essiccateli e riponendoli in un vasetto di vetro potete utilizzarli per altri infusi.




Siete carichi questa primavera? Perché il gruppo The Creative Factory ci mostra dei progetti creativi davvero interessanti e pieni di colori come la primavera! Vediamoli uno ad uno nella raccolta di seguito.






9 commenti:

  1. Non ho mai provato a mangiare i fiori....... Che forte!!!!
    Mi fa strano, ma c'è sempre una prima volta!! Intanto mi segno la ricetta!!!
    Kissssssssssssssssssssssss

    RispondiElimina
  2. Adoro le tisane e in primavera è la stagione giusta per depurarsi. Poi adoro la violetta ;-)
    Un bacio
    Licia

    RispondiElimina
  3. Roberta grazie per questa tisana, prima che finiscano le viole dovrò farla assolutamente.... come hai potuto vedere io amo preparare di tutto con i fiori.

    RispondiElimina
  4. io adoro le violette !!!sperimentare avvolge moltissimo !!

    RispondiElimina
  5. Non vedo l’ora di sperimentare anche questa tisana ! Le violette mi mancano!

    RispondiElimina
  6. Le violette non le ho mai mangiate, altri fiori sì.
    Deve essere buona e delicata, la devo provare
    Ciao
    Norma

    RispondiElimina
  7. Cara Roberta, mamma mia quanto ce da imparare!!! sentire che le violette possono far bene é bello.
    Ciao e buona giornata con un forte abbraccio.
    Tomaso

    RispondiElimina
  8. Trovare le violette a Milano è un po' dura, ma se mi capiterà di andare fuori città le cercherò, perchè mi piacciono molto quelle candite e immagino che mi piacerebbe anche questo infuso!

    RispondiElimina
  9. Una tisana super raffinata! Grazie per averla proposta, un abbraccio.

    RispondiElimina

I vostri commenti fanno crescere il blog _/\_
Se avete un blog, saro' felice di ricambiare passando nel vostro mondo.
Roby
Info sulla Privacy